I quattro giorni di chiusura intorno a ferragosto ci sono serviti per fare una capatina nel quartier generale di Stevens ad Amburgo. Viaggio lungo e faticoso che ci permette però di dare un occhio dal vivo a tutta la line up della prossima stagione, incontrare lo staff di Stevens, facendo anche nuove conoscenze, rinsaldare quelle già note e non ultimo, concedersi qualche ora da turisti nella bellissima città Anseatica.

Per la presentazione dei nuovi modelli veniamo accompagnati da Max, nuovo referente per l’estero.

L’attenzione si focalizza subito sul nostro settore preferito, notando le nuove gravel.

Pur portando nomi di modelli già a catalogo negli anni scorsi e avendo prezzo quasi invariato, Tabor, Gavere e Prestige si presentano con telai completamente rivoluzionati nelle geometrie, nelle finiture, nelle grafiche.

Tutte vengono equipaggiate con il gruppo dedicato GRX di Shimano nelle sue differenti versioni e con altri importantissimi accorgimenti per l’utilizzatore esigente di queste tipologie di bici.

 

     

   

Veste nuova anche per i modelli stradali dalla San Remo alla Comet, con una bellissima colorazione per la Izoard, modello interessante montato con gruppo 105 e freno a disco idraulico.

 

      

Numerosissime le city e trekking, prodotte in un’infinità di modelli e versioni per poter accontentare coloro che usano la bici quotidianamente per commuting, per turismo o l’uso nel tempo libero.

 

La linea MTB non ha subito variazioni di sorta se non qualche piccolo accorgimento grafico nei modelli  in alluminio. Le Sonora, rinnovate radicalmente lo scorso anno, sono assolutamente attuali.

Nota dolente, la sparizione dal loro catalogo delle full suspended muscolari. Mossa apparentemente azzardata motivata dalla rivoluzionaria ed ampia linea di bi ammortizzate a pedalata assistita.

 

 

0